Viaggio in Abruzzo

Inizia stasera il ciclo dedicato all'Abruzzo della serie Viaggio in Italia, realizzato da Rai Storia. Andrà in onda da lunedì 14 a martedì 22 maggio, alle otto di sera: lo potrete vedere sul canale 805 della piattaforma Sky, sul canale 23 di Tivusat e sul 54 del digitale terrestre.

Si tratta di un lungo percorso attraverso la storia, le tradizioni e i personaggi delle regioni italiane, realizzato grazie all'immenso patrimonio dell'archivio Rai: non c'è una voce narrante, ma solo un percorso ragionato attraverso ciò che la più importante e capillare industria culturale italiana ha prodotto sulle regioni, realizzato giustapponendo servizi di approfondimento giornalistico, inchieste, speciali e quant'altro.  E così, questo viaggio diventa anche un itinerario nella nostra memoria televisiva. E nel modo in cui la televisione raccontava il paese e i suoi mille campanili. Un racconto pubblico, dunque.
A cui stavolta si è aggiunto un racconto privato, che ho avuto il piacere di contribuire a realizzare insieme ad Annacarla Valeriano, che come me fa parte dell'Archivio audiovisivo della memoria abruzzese, diretto e coordinato da Guido Crainz.
L'Archivio è una struttura dell'università di Teramo. Dal 2004 raccoglie i film di famiglia in diversi formati, dal Pathé Baby al 16 millimetri, dall'8 millimetri al super8. Li riversa in formato digitale, li studia e li utilizza per realizzare dei documentari o dei video-saggi. Se volete saperne di più, andate qui e qui.
Anche Rai Storia ha spesso utilizzato quel patrimonio di film di famiglia che la tv pubblica aveva accumulato nel corso degli anni, almeno a partire da una lontana trasmissione condotta da Francesco Guccini: la rete, poi, aveva realizzato una serie di brevi filler intitolati "come eravamo", che ricostruivano piccole vicende familiari intersecandole con il "racconto" pubblico degli eventi e dei dati significativi delle trasformazioni sociali ed economiche del paese.
Insomma, l'incontro era - si può dire - nelle cose.
E così, quando si è trattato di realizzare un "viaggio in Abruzzo", la Rai ha chiesto la collaborazione dell'Archivio.
Abbiamo ragionato insieme sui materiali più utili per raccontare la regione, o almeno alcuni suoi aspetti, cercando di trovare il punto di intersezione tra storia pubblica e storie private.
Che sarà quello che vedrete, a partire da lunedì sera.
Poi, se ne avrete voglia, passate da queste parti: cercherò di farvi trovare un breve commento, giorno per giorno, a ciò che è andato in onda la sera prima.

1 commenti:

 
Andrea Sangiovanni © Creative Commons 2010 | Plantilla Quo creada por Ciudad Blogger